Logo Zeromandate.org

La devianza tra i devianti. I valori, le norme di una comunità carceraria e la loro trasgressione

UNIVERSITA’ DEGLI STUDI DI TORINO Facoltà di Scienze Politiche Corso di laurea in Scienze Politiche
110
Torino
2005
Visite: 2012
Valutazione: / 3
ScarsoOttimo 

Recensione

Tesi di Laurea triennale: anno accademico 2004/2005
Il carcere può essere definito come il luogo di residenza di gruppi di persone, tagliate fuori dalla società per un considerevole periodo di tempo, che «si trovano a dividere una situazione comune, trascorrendo parte della loro vita in un regime chiuso e formalmente amministrato».
Molti sono stati i sociologi che hanno condotto studi sulla comunità carceraria, magari attraverso una ricerca sul campo o intervistando detenuti e operatori del carcere. Tutti gli studi hanno evidenziato il carattere inglobante della struttura carceraria, le sue caratteristiche, il modo con cui una forte burocrazia influisce sulla struttura psichica dei reclusi, ma anche l’assenza di affetti familiari, il tempo, lo spazio, l’ambiente; studi portati avanti con una certa neutralità scientifica. Questo lavoro, invece, guarda alla comunità carceraria da un altro punto di vista: quello dell’individuo detenuto.
[Tratto dalla Premessa]