Logo Zeromandate.org

Cultura

Negli istituti penitenziari, secondo le esigenze del trattamento, sono approntate attrezzature per lo svolgimento di attività “culturali e di ogni altra attività” in comune, in particolar modo prevedendo la possibilità della presenza di una biblioteca, inoltre la fruizione alle pubblicazioni da parte delle persone private delle libertà personali deve essere agevolata da parte della direzione.

Il responsabile del servizio bibliotecario si avvale, per la tenuta delle pubblicazioni, per la formazione degli schedari, per la distribuzione dei libri e dei periodici, nonché per lo svolgimento di iniziative per la diffusione della cultura, di rappresentanti dei detenuti e degli internati, i quali espletano le suddette attività durante il tempo libero, oltre ad uno o più detenuti scrivani, regolarmente retribuiti.

I rappresentanti dei detenuti o degli internati sono sorteggiati, con le modalità disciplinate dal regolamento interno. Regolamento che stabilisce anche le modalità e gli orari di accesso all’eventuale sala di lettura.

La Biblioteca, aperta nel 1988, è riservata ai detenuti e al personale della Casa circondariale. I detenuti possono accedervi per consultare e richiedere i libri in lettura. In ogni sezione è presente copia del catalogo della biblioteca; si possono quindi richiedere i libri anche attraverso la posta interna.

Orari: dal lunedì al sabato dalle 9.00 alle 12.00 (esclusivamente per i detenuti ed il personale)
Documenti e servizi: 9581 volumi; 25 periodici; 10 posti lettura; sezioni di lingua araba, inglese, francese, rumeno e albanese; superficie 80 mq.

La Biblioteca è stata istituita nel 2004 riutilizzando un locale preesistente adibito a biblioteca e gestito direttamente dalla Casa circondariale. Nel 2006 è entrata a far parte del Sistema bibliotecario urbano di Torino, assumendo vita autonoma rispetto alla biblioteca del settore maschile, con una dotazione iniziale di circa 1000 volumi e un'identica quantità di volumi ricevuti in dono.

Orari: la biblioteca garantisce il servizio almeno un giorno alla settimana.
Documenti e servizi: 3000 volumi; 15 periodici; 6 posti di lettura; sezioni in lingua araba, rumena, albanese, inglese, francese, spagnola; superfice 30 mq. La biblioteca organizza saltuariamente attività culturali con le detenute.

La biblioteca è stata aperta nel 1998 e lavora in accordo con le scuole, con gli educatori e con tutti gli enti che collaborano con l'Istituto Ferrante Aporti. I ragazzi possono sia consultare che prendere in prestito i libri. L'accesso è riservato ai minori ospiti dell'Istituto.

Orari: martedì dalle 14.30 alle 16.30; giovedì dalle 9.00 alle 12.00 ed eventualmente altri giorni concordati preventivamente (riservata ai minori dell'Istituto).
Documenti e servizi: 1100 volumi; 13 periodici; 12 posti di lettura; sezioni in lingua araba, rumena, inglese e francese; 360 volumi nella sezione professionale; superfice 45 mq.

E' presente una biblioteca discretamente fornita.

Riferimenti normativi

Fonte: Ministero della Giustizia, Comune di Torino, Associazione Antigone